Climatizzatore a bordo: attenzione al rumore

Categoria: Reparto Smontaggio Scritto da Post News

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sono spesso fonte di rumore


Che sia fornito di serie, o montato successivamente, il condizionatore a bordo è ormai una realtà su molte imbarcazioni

Oltre i 41", tuttavia anche se i benefici sono concreti, spesso è fonte di rumore, a volte insopportabile.

La soluzione? Un montaggio a regola d'arte.

Clima Control    Esistono fondamentalmente due sistemi di condizionamento, quelli ad espansione diretta ovvero indipendenti, e quelli di tipo centralizzato, dotati di unità centrale installata nel vano motore che alimenta i fan coil disposti negli ambienti.
    Il loro diverso impiego è in genere in funzione della dimensione dell'imbarcazione: a espansione diretta per imbarcazioni fino a 40"/41", oltre è preferibile adottare il sistema cws, anche se in realtà non esiste una specifica tecnicamente correlabile alla lunghezza della barca, poiché i fattori che determinano quale tipo di impianto adottare, sono molteplici.

    In ogni caso, l'argomento vuole occuparsi degli effetti "collaterali" e indesiderati: il rumore generato. 

Montaggio cwsLe cause

    Sono di varia natura, ma diciamo subito che tra queste c'è la rumorosità intrinseca della marca e  modello adottato, ovvero del prodotto; inoltre vi è quella relativa alla tipologia di impianto, ovvero la rumorosità del gruppo compressore e ventilazione. Infatti l'impianto di tipo centralizzato è dotato di un compressore che quasi sempre è collocato nel vano motore il quale, di per sé è un ambiente già abbastanza insonorizzato. In tal caso, l'elemento di disturbo potrebbe essere il fan coil installato in cabina, il cui ventilatore potrebbe essere rumoroso. Spesso non la fonte di rumore non è causata dalle parti meccaniche degli apparati, ma dalle vibrazioni da esse prodotte, vibrazioni che vengono trasmesse dalle parti strutturali e più rigide dell'imbarcazione.

Installazione successiva all'acquisto

    Se decidete di farvi installare l'impianto di climatizzazione, a parte la scelta della marca e modello, bisogna che prestiate attenzione al dimensionamento dell'impianto, poiché spesso per ragioni economiche si preferisce installare un gruppo unico di potenza maggiore anziché due a parità di Btu/h, i quali garantirebbero un rumore inferiore. La portata d'aria è un fattore determinante per il rendimento dell'impianto di climatizzazione, perciò è importante realizzare un sistema di distribuzione che non abbia strozzature, il quale non ecceda ne nella lunghezza delle tubazioni, ne nel loro diametro.

    In sostanza, se si parte da un condotto diametro 125 mm, dovendo sdoppiare con tubi di sezione diversa, è fondamentale che la somma delle aree delle due sezioni sia pari o maggire di quella di partenza, facendo attenzione anche alle curve, le quali devono essere dolci per non creare strozzature e ritorni, così da formare resistenza al flusso d'aria sottoponendo a sforzo il ventilatore, il quale produrra inevitabilmente più rumore.

Aspirazione dell'ariaCondotti aspiranti

    È evidente che usando fresature nelle pareti per ricavare delle griglie di areazione, l'estetica ne guadagna, tuttavia bisogna sempre tenere in considerazione le aree, ovvero, va colcaloto che solo la parte vuota permette, ovviamente, l'uscita e il circolo d'aria, e quidi questa deve essere conforme a quanto richiesto dal costruttore. Perciò sarebbe meglio adottare delle griglie costruite a regola d'arte, dotate di alette coniche così da essere maggiormente aerodinamiche.

    Una buona soluzione alternativa alle griglie di aspirazione, è quella di adottare delle fessure nelle zone sotto i divani, con evidenti vantaggi dal punto di vista estetico oltre a una considerevole riduzione del rumore in quanto le fessure non risultano essere il allineamento con le condutture provenienti dai ventilatori. 

Visite: 886