Organizzare la Crociera alle Isole Grenadine

Categoria: Risorse Caraibi Scritto da Dausto Cobianchi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Informazioni utili per navigare alle Grenadins Islands

    L'area caraibica delle Windwards si estende da Martinica fino a Grenada. Per le Antille Francesi, alle quali Martinica appartiene, così come per le Windwards in genere, sono disponibili cartografie ben dettagliate ed aggiornate, sia su carta sia in formato elettronico. È consigliabile l'utilizzo di GPS, pur tenendo sempre in debita considerazione che questi strumenti NON GARANTISCONO un rilevamento posizione sempre accurato, quindi si devono cercare riscontri per mezzo di rilevamenti di posizione su punti cospicui o miragli di allineamento riconosciuti.

    Per l'eXperiences di navigazione alla quale fa riferimento questa sezione, la Course Map stilata prevedeva il rientro su St. Vincent Blu Lagoon, dove avremmo dovuto riconsegnare le barche, tuttavia le condizioni meteorologiche caratterizzate dall'uragano Dean, hanno impedito questa destinazione, a significare che come sempre ci si deve preparare con una verifica meticolosa degli itinerari, ma la fattibilità del programma sarà certa solo una volta raggiunta l'area di crociera.

Brokers

    La zona è servita da diversi charter e broker e Albatross ha optato per Sparkling Charter, le cui imbarcazioni sono di ottima qualità, di contro i Check In/Check out sono molto meticolosi e precisi, verificati al pezzo, comprese posate e vettovaglie; ciò richiede più tempo, senza tener conto della certezza degli addebiti (lista dei prezzi dettagliata inclusa tra i documenti di bordo) nel caso qualcosa andasse perduta.

    Le barche sono dotate di dissalatore, ampi pannelli solari, GPS, Radar e autopilota. É fatto obbligo della compilazione del Log Book giornaliero, con annotazione delle previsioni (e condizioni rilevate) meteo 2 volte al giorno, pena la non corresponsione delle coperture assicurative in caso di danni.

I principali Broker presenti sono:

  • Sparkilng Charter - Fort De France Lamentin  - Tel. 05.96746639 Fax 05.96747189
  • SunSail - Port De Plaisance du Marine Lamentin - Tel. 05.96747762 Fax 05.96747780
    Come sempre, soprattutto nel caso di compagnie armatrici a carattere locale, è indispensabile che il contratto contenga in modo chiaro e inequivocabile, tutte condizione pattuite con la società, onde evitare spiacevoli fraintendimenti.
 

Moneta Ufficiale

    Martinica è Francia, quindi la moneta è l'Eur. Le carte di credito sono tutte accettate anche se qualche esercente impone un importo minimo sotto il quale non accetta la carta. I bancomat del circuito Master consentono di prelevare contanti.
    Il costo della vita, per quanto riguarda le necessità di approvvigionamento di Cambusa, non è particolarmente discostante da quello medio europeo: si trovano ovviamente tutti i prodotti francesi ad un costo quasi equivalente, salvo alcuni prodotti per i quali si consideri che è un isola distante dall'Europa. I ristoranti come costo sono, nella media, equiparabili a un buon ristorante Italiano (30/45 €), ma bisogna saper scegliere poiché il servizio e la qualità del cibo possono essere, a parità di prezzo, molto differenti da un ristorante all'altro.
 
     Per Grenadine, la moneta è il Dollaro Caraibico (EC$) anche se il Dollaro Americano è ben accetto (quasi preferito) e viene scambiato a circa 2,5 EC, mentre l'Eur comincia ad essere accettato e cambiato a 3,1 EC. Anche qui le carte di credito sono tutte accettate. Gli approvvigionamenti di cambusa sono possibili in quasi tutte le isole, tuttavia o costi sono mediamente più alti, soprattutto per frutta e verdura.
 

Carte Nautiche e GPS

    Le cartografie disponibili sono soprattutto le Admiralty di Imray - Laurie:

> A30 Martinique Scala 1:90.000 WGS Datum 84

> B1 St Lucia carta dettaglio scala 1:72.000

> B3 The Grenadines carta generale scala 1:200.000 WGS Datum 84

> B30 carta dettaglio St. Vincent to Mustique 1:86.000 WGS Datum 84

> B31 Bequia to Carriacou scala 1:86.000 WGS Datum 84

    La cartografia digitale usata è quella di Navionics (per Geonav 4 Gipsy) la 17XG Mid America and Caribe XL9 che copre ampiamente tutta l'area Caraibica con il massimo dettaglio, disponibile in formato SD e CD .
    Per Garmin la cartografia necessaria è la Blue Chart data card MUS030R Mid America, nel formato proprietario, veicolato a mezzo CD-Rom con attivazione.
 
Portolani
 
    I più accreditati e diffusi sono quelli di Chris Doyle , realizzati con dorso a spirale e fogli inseriti come fossero schede, e per la zona in questione, leewardquellochris doyle indispensabile è The Cruising Guide to the WindWards Islands attuale edizione 2007/2008, che copre da Martinica a Grenada.
É tranquillamente acquistabile via Internet con un notevole risparmio; il prezzo migliore è ovviamente proposto dal sito accreditato, al quale si arriva dal sito ufficiale dello stesso autore, tuttavia sconsiglio chiunque dal tentare l'acquisto poiché i costi di spedizione per l'Europa, l'italia soprattutto, sono improponibili (da 35 a 45 US$).
    Sul sito Amazon UK il prezzo è decisamente conveniente (Per il portolano in questione il prezzo è 13,53£ pari a 20€ circa, oltre a spese spedizione per circa 5€) se raffrontato con i prezzi del circuito italiano, nonché delle librerie tradizionali.
 
    L'altro portolano che è consigliabile avere a bordo è  Caribbean Marinas and Services, anche se l'dizione è un po' vecchia e gli aggiornamenti sono pochi anche sul sito ufficiale.
 

Info Meteo 

    Le informazioni Meteo sono qualcosa di complesso e difficile da gestire, anche perché tramite VHF si riesce ad ascoltare solo quelle trasmesse da Martinica alle 7:30 e alle 18:30 sul canale annunciato dal canale 16. Purtroppo si riescono ad ascoltare fino al massimo a N di St. Vincent.
 
    La cosa migliore da fare, se non si è costretti ad una rilevazione giornaliera dovuta a cattive condizioni annunciate o a vincoli posti dall'armatore, è quella di usufruire dei diffusi internet point, oltre che dei bollettini esposti nei resort e negli Hotel (anche se sono sempre ricavati da siti internet che espongono una meteorologia generale), presso uffici dei Charter e Broker e a volte presso gli uffici doganali.
 
    Generalmente, il costo per una consultazione di 20 Min. costa 5 EC$, che sale a 7 EC$ con eventuale stampa della pagina. Gli Internet Point li abbiamo trovati ovunque, tranne che a Mayreau. 
 

Rifornimenti

Carburante

    In Martinica non ci sono problemi di approvvigionamento, ma scendendo verso Sud Sud/Ovest c'è da segnalare che i rifornimenti alla pompa sono molto rari (sul portolano sono tutti segnalati); l'unica possibilità e quella di approvvigionarsi dalle immancabili bettoline, tuttavia i costi sono alti e la qualità scarsa poiché spesso è presente dell'acqua la quale non sempre è stata aggiunta per speculare, ma può essersi infiltrata causa le piogge copiose. Il servizio di bettolina meglio gestito è a Bequia, DaffoDhill. Non fidatevi mai delle offerte di carburante fatte dai locali che vi affiancano non appena vi dirigete verso un approdo. Il consiglio è di partire controllando che i serbatoi siano pieni e fare rifornimento a Petit Martinique dove il carburante viene rifornito alla pompa al prezzo più conveniente di tutta l'area (20 {tooltip}*galloni{end-texte}1 Gallone USA = 3,792 Lt{/tooltip} per 70€, ma si consideri la perdita sul cambio).
    Anche a Union Island è possibile approvvigionare ma solo attraccando alla banchina dei pescatori facendo venire un l'autocarro con cisterna.
 

Acqua

    Vale quanto detto per il carburante: a St. Lucia è possibile rifornire a Marigot Bay presso la banchina di SunSail oltre ad acquistare ghiaccio (venduto anche al supermercato). A Bequia il benemerito DaffoDhill rifornisce d'acqua e ghiaccio, così come a Union Isl., al pontile del Buganvillea è possibile rifornire alla manichetta e acquistare ghiaccio, tuttavia i costi sono abbastanza alti: 300 Lt d'acqua sono costati l'equivalente di 20 US$, mentre il ghiaccio va da 3 USD ai 5 USD a sacco, questo di dimensioni variabili.
 

Approvvigionamenti

    In Martinica a Lamentin c'è ampia disponibilità di offerta, anche Discount, con prezzi nella media europea, con possibilità di reperire anche molti prodotti italiani. Il consiglio è quello di approvvigionare il più possibile poiché scendendo la varietà e l'offerta diminuiscono e spesso i prodotti sono al limite della data scadenza (ci sono capitati alcuni casi in cui la data scadenza era stata tolta o, aperte le confezioni, i prodotti fossero decisamente scaduti). Per gli alcolici, è consigliabile usufruire dei Duty Free presenti vicino al marina: valutato il risparmio sulle tasse, diventa più conveniente del discount. Vicino a Lamentin ci sono almeno 3 supermercati, quindi conviene concordare un taxi tipo furgone e fare il giro valutando le proposte soprattutto per ortaggi e frutta.
 
    Vale la pena di segnalare, a Marigot Bay, l'ottima panetteria la quale, oltre a sfornare baguette e svariati dolci, fa anche ottimi panini e nella quale, guarda guarda, si trova un punrto espresso Jlly (ma bisogna chiedere alla inserviente di farlo corto...).
 
    Alle Grenadine si riesce a rifornire in piccoli Market o nei mercatini del paese, dove è più facile trovare frutta e verdura, spesso molto cara. Bequia, in Admiralty Bay, è molto ben rifornita, anche per quanto riguarda eventuali ricambi, attrezzi, carte nautiche, ecc..
    In Union Isl. a Clifton, sono caratteristici i carretti di frutta e verdura che espongono la loro mercanzia nella piazza antistante il molo dei pescatori e del traghetto.
    Agosto non è stagione di pesca (il pesce non abbocca), quindi è meglio acquistarlo dai pescatori stando attenti a NON ACQUISTARE ARAGOSTE le quali sono nel periodo di riproduzione; se un controllo vi trovasse in possesso di aragoste, rischiate fino a 5.000 USD di multa.

Pratiche Doganali

Martinica

    Le pratiche doganali di uscita dalla Martinica sono molto veloci. La dogana di domenica è aperta solo la mattina fino alle 12:30. L'ufficio doganale dista circa 300 Mt dal marina, uscendo a sinistra e seguendo la strada dopo la Guardia Costiera si arriva ad un gruppo di costruzioni basse, fronte mare.
    Dalla strada non è segnalata, quindi bisogna portarsi verso il mare. L'ideale è avere una Crew List già compilata i 3 copie.

St. Lucia

    A Marigot Bay la Dogana è ubicata al moletto d'attracco del battello che fa la spola tra le due rive:  si imbocca la strada di fronte in leggera salita, e 50 Mt sulla destra si trovano gli uffici. La Crew List pre compilata è accettata in 6 copie, inoltre va compilata la dichiarazione rerativa al possesso di armi, alcool, tabacco, ecc.. Le tasse doganali per un 46" e 10 passeggeri ammontano a 28 USD, ma se pagate con 30 USD non aspettatevi resto.
    È possibile dichiarare contestualmente ingresso e uscita; espletata la dogana bisogna cambiare ufficio (Immigration Office attiguo) e, passaporti alla mano in ordine di Crew List, bisogna dichiarare la professione per ogni passeggero e attendere la lettura ottica.
 
    Gli uffici aprono alle 09:30 e chiudono alle 16:30, la Domenica solo la mattina.

Bequia

     Gli uffici doganali, imponenti, sono in Admiralty Baysono a destra del molo d'attracco dei traghetti: è una casa dalla facciata gialla, sulla strada del "lungo mare". Ci si arriva agevolmente dal moletto dei dinghies, attraversando la strada e girando a sinistra.
    Al suo interno si notano subito molti addetti. Al bancone centrale si espletano le pratiche di Clearance. Vengono accettate le Crew Lists precompilate in 5 copie e si paga, per un 46 e 10 passeggeri, ben 178 USD che contemplano le tasse doganali e il contributo relativo la riserva naturale.
 
    Anche in questo caso è possibile dichiarare ingresso e uscita contestualmente; l'immigration office è sulla sinistra, ma la pratica è veloce: timbrano solo i passaporti. 
 

Ancoraggi e Ormeggi

    I fondali alle Windwards sono tenitori ma non sempre buoni. Anche se poco profondi è consigliabiile dare molta catena. Il portolano da indicazioni in merito sempre attendibili. La marea ha un'escursione limitata, tuttavia va sempre considerata per non trovarsi appoggiati su fondali magari corallini.
    Gavitelli{mostip}Boa con ochhiello in testa per infilare la cima, ancorata al fondo tramite un plinto{/mostip} sono sempre disponibili, a costi variabili:

- Marigot Bay a 25 USD per notte, gestiti da personale con tesserino del parco

- Bequia a 15 USD per notte, gestiti da locali sul lato Sud di Admiralty, verso il paese dove ci sono i ristoranti.

- Mustyque, di fronte al Basil's, i gavitelli costano 25 USD la prima notte e 20 USD le successive, compreso il deposito della spazzatura

- Canouan si può ancorare, oppure prendere un gavitello di fronte al Tamarind per 25 USD a notte

- Tobago Cay si da ancora, tuttavia si deve pagare il parco, 20 USD al giorno

- Palm Island dispone di pochissimi gavitelli, ma il fondo prospicente la spiaggia è sabbioso e buon tenitore, quindi si può ancorare tranquillamente (tranne che per la notte). Per il gavitello si paga 30 USD a notte

- Petit S. Vincent si può tranquillamente ancorare su 3/4 Mt di fondo. Non ci sono gavitelli. I generatori elettrici sono un po' fastidiosi, posizionati a Ovest del molo dei dighies. Quindi è consigliabile portarsi più a Est possibile della baya per stare sopra vento.

- Union Isl. dipone di gavitelli e di attracchi ai pontili dei vari ristoranti, o al molo del Buganvillea, il quale dispone di un servizio di guardia notturno; l'ormeggio fa effettuato dando ancora e cime di poppa (è preferibile ormeggiare sul lato Ovest del molo). Il costo dell'ormeggio al Buganvillea è di 30 USD a note per un 46". Ai pontili dei ristoranti costa qualcosa meno ma è rischioso: i furti sono all'ordine del giorno.

- Mayreau, a Saline Bay si sta alla fonda (ci sono un paio di gavitelli) dando tutta catena, preferibilmente stando un po' verso la destra della baia per non sentire i generatori elettrici.

    Carriacou merita un paragrafo a parte, poiché non era nelle rotte dell'itinerario originale, ma è stato un ripiego necessario e conseguente all'uragano Dean. Tyrrel Bay, nel Mangroove Swamp, è un ottimo riparo per affrontare le pessime condizioni meteorologiche, tuttavia bisogna sapere che è caratterizzata da un canale che sfocia in una laguna più ampia il cui fondale, profondo 2 Mt, è fangoso e l'ancora non prende se non con molta fortuna e molti tentativi. Il consiglio è quello di tentare di stare nel canale, il quale è largo circa 25/30 Mt, puntando decisamente la prua nelle mangrovie e calando lì l'ancora (semmai si avrà difficoltà a doverla spedare), per poi dare retro marcia fino a portarsi poppa alle mangrovie sul lato oppoto, così da potersi ormeggiare con le cime alle radici dei fusti più grandi.
 
Potete leggere la recensione della crociera nella sezione eXperiences alla categoria America Centrale e Caraibi oppure direttamente qui
Visite: 1064