America's Cup: la rinuncia di Prada

Categoria: Annunci Flash Scritto da Gazzetta dello Sport

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

America's Cup: Prada lascia


Patrizio Bertelli ha annunciato a sorpresa che il suo gruppo, armatore di Luna Rossa, dopo avere partecipato a tre edizioni non sarà in acqua a Valencia 2009: "Si è concluso un ciclo"
 prada
   MILANO, 3 agosto 2007 - Prada non parteciperá all'America's Cup in programma nel 2009 a Valencia. "Abbiamo preso parte a tre edizioni come sfidanti e abbiamo vissuto dieci anni molto intensi", ha comunicato Patrizio Bertelli, amministratore delegato del gruppo Prada e capo del sindacato di Luna Rossa. 
    La partecipazione alla prossima Coppa America, si legge nel comunicato, è stata valutata a fondo e, pur potendo giá contare su significative risorse umane e finanziarie, si è ritenuto che, dopo tre sfide, si sia concluso un ciclo. "E' stata un'esperienza indimenticabile e molto positiva sia sotto il profilo sportivo che quello umano - dice Bertelli - voglio ringraziare tutto il Team, il Gruppo Telecom Italia, Intesa Sanpaolo, gli altri sponsor e lo Yacht Club Italiano, che ci hanno sostenuto con costanza ed entusiasmo. Anche sul piano aziendale queste tre sfide hanno consentito di acquisire e maturare una cultura, esperienze e visibilità preziose per il nostro Gruppo. Mi auguro che un altro team italiano sia in grado di presentarsi alla prossima edizione e di tenere alto il nome dell'Italia in coppa America".

    Ora cosa succederà di Luna Rossa? Non è detto che sia tutto finito. La società Luna Rossa dal 2004 è costituita da Prada (51%) e Telecom Italia (49%): non si può escludere nulla - viene fatto capire - neppure che la nuova proprietà del gruppo telefonico offra di comprare la quota di Prada, che trovi altri soci, che decida di andare avanti. Quello che è certo - per il momento - è che Bertelli e Prada si ritirano, valorizzando certo l'esperienza fatta, ma senza poter troppo nascondere l'inevitabile amarezza. La prima avventura di Luna Rossa iniziò proprio in concomitanza con l'ingresso trionfale di Prada nel gotha della moda.
 
    Poi sarebbero venuti tempi più duri, l'annunciata volontà di andare in borsa frustrata dalla crisi delle Twin Towers, l'allargamento eccessivo del gruppo che acquisì marchi su marchi, il forte indebitamento e le difficoltà finanziarie. Anche se la griffe ha sempre mantenuto, anzi ha accresciuto la sua allure, l'azienda Prada ha vissuto momenti non facili, ma Luna Rossa è sempre rimasta la grande passione di Bertelli. Ora che il gruppo si è tirato fuori dalle difficoltà finanziarie, che ha ceduto quello che doveva cedere, che si parla nuovamente di borsa, proprio ora Luna Rossa ammaina le sue vele.
 
    L'11 settembre 1997, quando fu presentata ufficialmente l'avventura velistica a Punta Ala, qualcuno ricordò a Bertelli che anche Thomas Lipton e Marcel Bic avevano visto i loro sogni infrangersi contro lo scoglio dell'America's Cup. E Bertelli dieci anni fa rispose: "Sì, ma sono diventati i più grossi imprenditori di the e di penne!".
Visite: 944